You are currently viewing I mercati crescono ma l’investitore non riesce a guadagnare: capiamo insieme il motivo

I mercati crescono ma l’investitore non riesce a guadagnare: capiamo insieme il motivo

  • Categoria dell'articolo:Investimenti

Una delle più importanti società del mondo finanziario quale è J.P.Morgan,  ci dice che l’investitore medio, negli ultimi 20 anni, ha portato a casa il 2,5% annuo negli ultimi 20 anni, contro mercati che hanno reso almeno il doppio. Il mercato obbligazionario (Bonds) ha prodotto il 5,0% annuo, l’azionario (S&P500) il 6,1% annuo e portafogli bilanciati 60/40 e 40/60 rispettivamente il 5,6% annuo e il 5,4% annuo. (Dati raccolti nel mercato USA)

Quali sono le ragioni di questa debacle per l’investitore?

Cogliere il rendimento che generano i mercati è relativamente semplice come dice Warren Buffet in una delle sue frasi più celebri: “Investire è semplice ma non è facile”.

Quali sono gli elementi che non rendono facile investire quando teoricamente dovrebbe essere semplice?

  • I nostri comportamenti sono distruttivi. L’investitore medio possiamo dire che si complica la vita da solo. La costante ricerca del miglior investimento, del market timing (ricerca del momento giusto per investire o disinvestire), del “prodotto del giorno”, ecc… sono fattori che nella mente dell’investitore gli dovrebbero permettere di ottenere risultati migliori, invece, molto spesso, gli si ritorcono contro. In ogni caso, il fattore più negativo è l’emotività che si traduce nel timore di perdere tutto, nell’ansia di vedere delle perdite e non sapere cosa fare.
  • Strumenti di investimento inefficienti e costosi. Il secondo elemento che distrugge valore sono i costi e le inefficienze insiti in buona parte degli strumenti di investimento proposti dal mondo bancario, numerosissimi studi e ricerche ci confermano ogni anno questo fenomeno.

IL RUOLO DEL CONSULENTE FINANZIARIO INDIPENDENTE

L’obiettivo principale di un consulente finanziario dovrebbe essere quello di creare un portafoglio in primis adeguato alle esigenze, obiettivi e profilo di rischio dell’investitore e, in secondo luogo, con strumenti efficienti che permettano di cogliere il rendimento che producono i mercati. Allo stesso tempo il consulente deve dedicarsi alla gestione delle emozioni del cliente, consigliandolo e spiegandogli le dinamiche dei mercati.

Tutti i consulenti di Best Planners afficano ogni giorno i clienti nel raggiungimento dei loro obiettivi di vita, consigliando il miglior portafoglio per ottenere il massimo dai mercati

Che rendimenti hai ottenuto negli ultimi anni?
Verifica il tuo portafoglio con il nostro tool di analisi
e prenota il primo incontro gratuito!